Un Grazie enorme a tutte le compagne e i compagni da Zam Racaille 2.0!

da: http://zamracaille.noblogs.org/

Grazie a tutti

Grazie agli studenti della Rete Studenti Milano e non solo. Avete ancora tanta strada da fare, ma solo chi non si mette in cammino rischia di non raggiungere la meta. E voi, c’è parso di capire, avete cominciato per non fermarvi.

Grazie ai Corsari Milano. Avete fatto il vostro tempo, siete vecchi, è venuto il momento di farvi da parte. Anzi no, andate avanti così. Di vecchi come voi ce ne vorrebbe a carrettate.

Grazie alle compagne e ai compagni della Fornace, del Boccaccio, di Torchiera, del Circolo dei Malfattori, della Stamperia, del Collettivo “Fuori Controllo” di Scienze Politiche, del Collettivo di Città Studi, della Bicocca, di Gay Statale, di Partigiani in Ogni Quartiere, del Barattolo di Pavia e a tutte quelle realtà che magari stiamo dimenticando e che hanno voluto passare a condividere questa nostra intensa esperienza.

Grazie a tutto il Baluardo, allo special guest SuperMachoMan “all night long”, alla splendida bandiera “Quarto Oggiaro + Corsari = Cazzi Amari” prodotta dal fratellone sardo-irlandese.

Grazie al Baraonda, che ha deciso di tener chiuso il proprio spazio per poterci stare più vicino e c’ha con intelligenza e costruttività rimproverato per alcune delle nostre mancanze. Proveremo a porvi rimedio. Ancora una volta c’avete fatto capire l’importanza del dibattito franco, dell’autocritica e dello stimolo reciproco a migliorarsi.

Grazie a chi ha pensato che aveva la misera voglia di mettersi in competizione con noi cercando di boicottare le nostre iniziative e invitando persone ed artisti a non parteciparvi: ancora una volta avete dimostrato quanto bisogno ci sia di un modo diverso di essere e fare movimento.

Grazie a tutte le cittadine e i cittadini del quartiere: la vostra accoglienza, curiosità, lo sprono a continuare sono la più genuina e importante iniezione di fiducia di cui ci nutriamo.

Grazie a chi ancora una volta dato il peggio di sé con una tastiera in mano e nascosto dall’anonimato: senza di voi i muri virtuali dei cessi di movimento sarebbero puliti e lindi come la nostra coscienza, siete sempre di più un motivo per andare avanti e far piazza pulita dei dipendenti delle forze dell’ordine e degli utili idioti privi di stile e di etica che infangano siti, blog e chat di movimento.

Grazie a tutti gli artisti, musicisti, dj ecc che come sempre sono venuti gratuitamente e volentieri a riempire di suoni, parole e gioia le nostre serate. C’avete fatto ballare, rilassare, divertire, pensare. E non è poco.

Grazie a Riccardo De Corato e alle sue ennesime farneticazioni. Anche senza di te sappiamo bene cosa fare ma senza di te non ci divertiremmo così tanto.

Grazie a tutti e tutte quelle che non si vedevano da tempo e si sono riaffacciati in questi giorni. È bello sapere che la famiglia è sempre larga e nei momenti decisivi unita.

Grazie al B-team per la capacità di supportarci e sopportarci, come faremmo senza di voi?

Grazie a chi ha fatto foto, riprese video, interviste, a chi ha scritto di quest’avventura: ci piacciono le cose pubbliche e voi ci avete aiutato a rendere tutto il più pubblico possibile.

Grazie a Milano X, alla Fiom, a Chainworkers, all’Askatasuna, ai Centri Sociali del Nord Est, ad Action, al Pacì Paciana, a Radio Onda d’Urto, a tutte le realtà che hanno contribuito da fuori Milano al nostro dibattito e più in generale a queste giornate di Zam.

Grazie al Gruppo G dei Corsari, al Fuxia Block di Padova, a Gay Statale, al Gruppo di Genere della Fornace per il Workshop sulle politiche di genere di Sabato, perché il cambiamento che vogliamo non può fare a meno di tutte le infinite “metà” del cielo che amiamo e che amano.  Grazie ai fratelli e alle sorelle del Reality Shock e del Fuxia Block di Padova, indomiti e instancabili presenze al nostro fianco in queste tre lunghe, intense, fredde giornate. La fratellanza continua.

Grazie a Zero Calcare, alle sue tavole bellissime che hanno dato una botta di colore a queste storiche e bellissime mura.

Grazie agli studenti di Torino, Bologna, Modena, Brescia, Pavia che hanno dato vita a una splendida assemblea nazionale delle scuole superiori sabato pomeriggio.

Grazie a tutta Scintilla, gente vera con cui camminare sempre più vicini.

Special thanks all’Orso Cesco e alla sua infinita disponibilità.

Grazie a chi c’ha detto “ma come solo tre giorni, andate avanti!”. Ci stiamo pensando…

Grazie a chi ci ha smadonnato dietro quanto chiudevamo, facendoci assaggiare ancora una volta la tracimante voglia di spazi che esiste in questa città.

Grazie a chi c’è stato, a chi non c’era e avrebbe voluto, a chi non c’era e non poteva: ci saranno svariate altre occasioni.

Zam Racaille

This entry was posted in Comunicati. Bookmark the permalink.