De Corato bollito e maleducato

L’abbiamo promesso e ci abbiamo provato.
Volevamo riempire piazza Duomo di gente e musica.
Regalare a Milano una notte diversa.
Niente da fare.

milano duomo2

Centinaia di agenti.
Decine di camionette.
La questura decisa ad assecondare l’ottusità del vicesindaco il noto sceriffo De Corato.
Insomma niente festa in piazza Duomo.
Pazienza.
Il clima di guerra non ci interessa.
Ci tenete tanto a Piazza Duomo?
Allora tenetevela.
Almeno per ora.

massa vetra

Così fino alle 4 di questa mattina qualche migliaio di milanesi e non ha riempito di musica, video e qualche birra media piazza Vetra nel quartiere Ticinese.
Niente incidenti, nessuna devastazione.
Il clima da anni 70 si respira solo nelle stanze polverose di Palazzo Marino e nelle teste altrettanto polverose di chi ci alberga abitualmente.
Chissà che noia…
Fino a qui la cronaca della serata di Halloween 09.
Ora alcune precisazioni:
De Corato evidentemente mal cosigliato da alcuni giornali cittadini insiste con il confondere Milano Movida con i corsari. Ma che si informi, apra bene le orecchie. I corsari sono solo una parte di Milano Movida. Milano Movida è composta da una serie di singoli/realtà cittadine accomunate dalla voglia di vivere la città e gli spazi che questa ci offre in maniera attiva. La passività della birra media sul naviglio o dello struscio pomeridiano non ci interessa. 

differenziata

De Corato, campione cittadino di inesattezze continua a blaterare di centri sociali.
A parte che li ha sgomberati quasi tutti. E comunque i pochi rimasti non fanno parte almeno per ora di questo percorso, è vero alcuni di noi sono passati per quelle importanti esperienze e noi le nostre radici non le dimentichiamo nè le nascondiamo per opportunismo politico come fa lei con la giacca e la cravatta per assicurarsi un posto in prima fila nei salotti che contano, cercando con un pò di goffaggine di mascherare origini e atteggiamenti sanbabilini. I giornali parlano di scontri in Piazza Duomo. Quello che abbiamo vissuto noi è stata una piazza militarizzata per tutto il giorno. Una chiusura senza precedenti per fronteggiare chi era armato solo di impianti e strumentazioni musicali pronto ad organizzare una festa.
A noi lo scontro non interessa vogliamo volare alto e non farci inchiodare alla triste realtà milanese dalle continue farneticanti dichiarazioni del Patton meneghino. E qui un altro grave errore del vicesindaco, ci definisce "sparuto manipolo" e a proposito della serata di ieri parla di un "vero flop" per rispondere al’ennesimo scivolone dell’incauto sceriffo ecco video e foto della serata.
Per concludere ci teniamo a precisare che questa città non è di De Corato, non è della questura e nemmeno di Milano Movida.
Milano è di chi ci abita, Milano è di chi la ama, e ai milanesi noi diciamo: riprendetevela.
Noi ci stiamo provando.
Milano Movida è una dichiarazione d’amore.

This entry was posted in News. Bookmark the permalink.