CARICHE A ROMA SUI TERREMOTATI@DIRITTI NON FAVORI.SIAMO CITTADINI, NON SUDDITI!

Diritti, non favori. Siamo cittadini non sudditi!

Quello che e’ successo stamane a Roma, durante la manifestazione nazionale
SOS Abruzzo, organizzati dai comitati di base aquilani, dalla rete 3e32,
dai collettivi abruzzesi, dai comitati delle famiglie delle vittime e
dall’associazionismo dell’Abruzzo ha dell’incredibile.
Non puo che scorrere un brivido nella schiena a tutti, se pensiamo, che la
stessa gente che oggi e’ stata spintonata, presa a manganellate,
insultata,
offesa e denigrata e’ la stessa gente che appena un anno fa ha perso casa,
lavoro, famiglia, amici, parenti: praticamente la propria vita.
Non solo i media hanno coperto per un anno intero le denuncie pubbliche di
tutti gli abruzzesi e gli aquilani in particolare che denunciavano lo
scandalo del progetto C.A.S.E, della finta e mai avvenuta ricostruzione,
degli appalti truccati etc etc, ma hanno sempre pompato le dichiarazioni
del Presidente del Consiglio e dei suoi Ministri sul nuovo miracolo
italiano all’Aquila, facendo diventare una tragedia in una passerella
politica e modaiola.

 
Non solo il terremoto ha spazzato via monumenti, sogni, vite, studi e
palazzi alla gente d’Abruzzo, ma il post-terremoto ha offeso la dignita’
degli aquilani, con scandali e illazioni, ha colpito il cuore della povera
gente.
 
La rabbia e la fierezza di questa regione, oggi ha preso il sopravvento,
raggiungendo Roma.
In piu’ di 5000 hanno raggiunto la Capitale, chiedendo la sospensione
delle tasse per i terremotati,politiche vere per l’occupazione e la
ricostruzione reale del tessuto sociale, in pratica non privilegi ma
equita’ e diritti.

Ma questo corteo, colorato dalle bandiere neroverdi aquilane, e’ stato a
piu’ riprese caricato dalle forze dell’ordine, spezzato in piu’ tronconi.
Per questo governo è addirittura inaccettabile permettere che il dissenso
si avvicini solamente al Palazzo.
Ci sono stati quattro feriti, teste aperte sanguinanti,spintoni dati al
sindaco dell’Aquila, minuti di tensione in diverse vie del centro citta’.
E’ inaccettabile vedere scene del genere, anziani e giovani terremotati
colpiti senza vergogna e senza morale.
Il Tg1 non ha nemmeno ripreso la notizia, tralasciando le cariche a freddo
e i feriti e parlando solo per 10 secondi a tg finito della manifestazione
solo a scopo numerico, cioe’ dando le cifre del corteo etc ect!Vergogna!
 
Noi siamo con l’Abruzzo, con questa gente fiera e coraggiosa, che da un
anno si batte per rialzare la testa, per rivendicare i propri diritti, per
un autorganizzazione dal basso.

E quello che e’ successo stamane e’ davvero qualcosa di imperdonabile,
illogico e ingiustificabile.

Solidali Vicini e Complici agli Aquilani e agli Abruzzesi

 
No Paseran!
 
 
Corsari-Milano
Gente Seria

aggiornamenti in tempo reale, interviste e foto:

http://www.cronacalive.it/terremoto-laquila-protesta-e-tafferugli-a-roma.html
http://ilcentro.gelocal.it/laquila/cronaca/2010/07/07/news/scontri-alla-protesta-degli-aquilani-a-roma-tensione-e-scontri-alcuni-manifestanti-feriti-2150275

This entry was posted in Comunicati. Bookmark the permalink.